SE E' DIO CHE SCEGLIE IL PAPA, COME SE NE SPIEGANO ALCUNI?

Se è Dio che sceglie il Papa, perché ha sempre scelto persone orribili per ricoprire quel ruolo? Non mi riferisco solo quelli che hanno appoggiato le dittature e hanno fatto milioni di morti, ma anche a quelli che hanno fatto malefatte nel piccolo, ma curiose, come Benedetto V, il quale stuprò una ragazzina e fuggì con metà del tesoro pontificio. Perché Dio ha questo pessimo metodo di scelta? (OBIEZIONI E DOMANDE DI UN NON CREDENTE)

Innanzitutto bisogna dire che Papa Benedetto V non fece nulla di ciò. Le stesse accuse le leggo, pari, pari, su di un sito che, definirlo spazzatura, con rispetto parlando, sarebbe dir poco. Praticamente non dice nulla, ma proprio nulla, di vero. Solo un mucchio di falsità. A seguire la biografia di Papa Benedetto V come riportata dall’enciclopedia Treccani e da Wikipedia:

http://www.treccani.it/enciclopedia/papa-benedetto-v_(Dizionario-Biografico)/

https://it.wikipedia.org/wiki/Papa_Benedetto_V

Fu eletto il 22 maggio alla morte di Papa Giovanni XII dal patriziato e dalla plebe di Roma, in opposizione a Leone VIII, imposto dall'Imperatore Ottone I. I romani, basandosi sul Privilegium Othonis del 963, mandarono a Rieti una delegazione con cui chiedevano all'imperatore di ratificare l'elezione. Benché Benedetto fosse una persona molto pia, moralmente irreprensibile e di grande cultura, Ottone I non approvò la scelta (riteneva come unico e vero papa Leone) e, dopo un breve assedio, entrò in Roma e, re-insediato Leone, si fece consegnare Benedetto (23 giugno 964).

Papa Benedetto V né stuprò, né visse da dissoluto, né scappò. Fu deposto, per questioni politiche, dall’imperatore Ottone I. Che poi non tutti i Papi siano stati dei santi posso anche essere d’accordo ma da qui a stravolgere la storia ce ne passa. Quali sarebbero i milioni di morti fatti dai Papi? Nessuno si offenda ma tutti quanti sono bravi a sparare sciocchezze a profusione dopo aver fatto copia incolla sui peggiori siti esistenti sul web. Il problema è che certe affermazioni mancano di riscontri. La leggenda, perché di questo si tratta, del Papa buttato giù dalla finestra da un marito geloso (e comunque, non si stava consumando uno stupro) riguarda Giovanni XII e non Benedetto V. Scrive l’enciclopedia Treccani:

Il Papa non poté essere raggiunto dal castigo imperiale, perché morì il 14 maggio del 964. Con l'eccezione di Liutprando, le fonti registrano la sua morte senza commenti; secondo la polemica versione del mordace vescovo di Cremona, G. morì senza penitenza e senza estrema unzione per le conseguenze di un colpo apoplettico, che lo colse, come un giudizio divino, mentre commetteva adulterio (Liber de rebus gestis Ottonis 20, pp. 173 s.). La versione di Liutprando è stata accolta, soprattutto dagli storici più antichi, come la degna cornice della meritata fine di un eroe negativo, punito da Dio per la sua vita dissoluta e per il tradimento della luminosa figura storica del primo imperatore sassone. G. venne sepolto nella basilica lateranense.

A parte Liutprando, vescovo di Cremona, le altre fonti dell’epoca non commentarono la morte di Giovanni XII. Fra l’altro, Liutprando non scrisse che un marito geloso avesse scaraventato giù dalla finestra il Papa bensì che fu il diavolo a colpirlo quale giusta punizione per aver vissuto da dissoluto.

http://www.documentacatholicaomnia.eu/02m/09220972,_Liutprandus_Cremonensis_Episcopus,_De_Rebus_Gestis_Ottonis_Magni_Imperatoris,_MLT.pdf

Il resto è mitologia popolare. Fra l’altro, non nutrendo particolare simpatia per Giovanni XII, neppure sappiamo quanto attendibile fu davvero la testimonianza di Liutprando.

Detto ciò, non è Dio che sceglie il Papa. Noi crediamo che lo Spirito Santo illumini i cardinali riuniti in conclave, ma crediamo anche che l’uomo possa opporsi all’azione dello Spirito. E’ come quando un postino va a bussare alla porta di qualcuno. Il padrone di casa non è tenuto ad aprire. Il postino, a quel punto, potrebbe sfondare la porta ma non lo fa. Lo Spirito Santo può tutto, anche forzare le scelte di qualcuno, non lo fa per rispetto di quella libertà che Dio stesso ci ha donato.

Riporto ciò che ha scritto Padre Angelo Bellon in merito all’elezione papale:

La Chiesa è praticamente certa dell’ispirazione dello Spirito Santo quando l’elezione avviene all’unanimità e per acclamazione, ma non nelle altre elezioni, sebbene venga richiesta una maggioranza qualificata (due terzi).Per questo i Cardinali potrebbero non lasciarsi ispirare da Dio. Dobbiamo dire anche un’altra cosa: se i Cardinali non si dispongono ad eleggere colui che è designato da Dio, tuttavia il Signore non si sbaglia neanche nel permettere che i Cardinali non si lascino ispirare. Saprà Lui, attraverso le sue vie, trarre per la Chiesa un bene più grande anche attraverso questa sua permissione.

http://www.amicidomenicani.it/leggi_sacerdote.php?id=2705